Prof. Tommaso Marinelli D.O.

Home » 2017 » febbraio

Monthly Archives: febbraio 2017

La Sindrome da Disconnessione (Nomofobia)

In questi ultimi anni si sta progressivamente e pericolosamente diffondendo una peculiare nevrosi legata alle nuove tecnologie, così come sta aumentando la sua dannosità in diretta proporzione alle sempre più numerose, sofisticate, disponibili e veloci possibilità comunicative (palmari, adsl, telefonini, notebook, satellitari, etc.). Tale disturbo psicologico prende il nome di Sindrome da Disconnessione,  o anche Nomofobia (dall’inglese No-mobile), ed ormai in America affligge addirittura una persona su tre. Il suo recente e rapido sviluppo sta coinvolgendo anche gli altri paesi industrializzati, Europa ed Italia comprese. In specifico basta che il telefonino, piuttosto che il palmare o il notebook collegato in rete si spengano o si disconnettano a  causa della batteria esaurita o di un improvviso guasto, o, più semplicemente, perchè si è entrati in una zona priva di campo o a causa della momentanea congestione della rete, per generare nella persona un vero e proprio stato psicopatologico di intensa e crescente ansia e paura.

Anche il rimanere per molto tempo lontani dal telefonino e/o dal computer provoca nell’individuo forti e problematiche emozioni di stress, ancora maggiori nei casi di dipendenza psicologica dal cellullare e/o dal pc connesso alla rete e/o dai Social Networks (es. Facebook), con tutti i molteplici sintomi e conseguenze negative a tali dipendenze collegate.

Probabilmente la Sindrome da Disconnessione è contraddistinta da molteplici cause, anche legate agli apparecchi di telecomunicazione e alle dinamiche sociali sviluppatesi in questi anni. Ad esempio il bisogno di sicurezza, appagato dal poter sempre raggiungere telefonicamente qualcuno e/o il bisogno di comunicare, facilitato dalle connessioni sempre più veloci e dalla linea sempre più presente, anche in luoghi impervi e lontani.

 Altri esempi ancora sono il bisogno di stare con qualcun’altro (dunque la paura di rimanere soli), trovata negli infiniti gruppi e forum della rete e/o infine il superare o lo scavalcare certi tempi ed emozioni di difficile gestione, tipiche dei rapporti umani reali, azzerate grazie al web.

Allora, paradossalmente, senza una connessione sembra che tutto il mondo intorno diventi improvvisamente deserto di possibilità, impulsi e scambi emotivi.

Solitamente la Sindrome da Disconnessione affligge maggiormente individui con bassa autostima, difficoltà socialiansia diffusa, eccessiva sensibilità, pensieri ossessivi e comportamenti compulsivi, ma può anche arrecare serie preoccupazioni, paura, ansia, e stress in persone senza tali dinamiche psicologiche.

Ulteriori sintomi negativi possono essere isolamento sociale, senso di frustrazione e di inutilità, crisi di panico.

http://www.cpsico.com/sindrome_da_disconnessione_nomofobia.htm